00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
news Torna Indietro Tutte le News news
Fonte: stadionews.it      Letta: 358 volte      Commenti: 0
Zamparini, dai riti tibetani al futuro societario
[ venerdì 5 gennaio, 2018 ore: 03:35 ]

Zamparini, dai riti tibetani al futuro societario
Parla Maurizio Zamparini. Il patron del Palermo è il protagonista di una lunga intervista concessa in esclusiva al Corriere dello Sport direttamente dalla sua residenza di Aiello del Friuli, tra impegni nel calcio e nel mondo delle imprese e anche… riti tibetani: “Li pratico da sette anni, ogni mattina, convogliano flussi di energia. Ne ho bisogno come tutti”.

Ma ora è il momento di programmare il futuro del Palermo: “La mia soddisfazione è stata quella di scoprire giovani palermitani come Siracusa e Todaro, capo ufficio stampa e team manager, e altri ragazzi di qualità, innamorati dei loro compiti. Non prometto nulla se non di pianificare il futuro. Con Zamparini e senza Zamparini. Che non ha più l’età. Dagli errori anche alla mia età s’impara. Oggi non li rifarei, come non prenderei Lo Monaco ed eviterei collaboratori che mi hanno ingannato”.

E sulla cessione dice: “Il futuro del Palermo non è mio e i conti sono a posto: la vicenda non è chiusa. Non dovessimo trovare compratori, avrei mille altre idee, sono un vulcano. Aspettiamo la decisione del Tribunale (ma ne usciremo bene): per finire questa stagione c’è bisogno di mettere mani al portafogli. Lo farò io. Giammarva? Raccomanderò la sua figura da un punto di vista amministrativo e di palermitano doc. Se a Zamparini non si deve credere, a lui si può”.

Nell’immediato (come riportato da Salvatore Geraci) vengono respinti gli assalti a Nestorovski: “Offerte da 12 o 15 milioni non ci smuovono. Nestorovski serve per la A. 25 milioni? Se per Dybala ne offrissero cento, la Juve lo manderebbe via subito. Ma allora prendiamo una punta per relegarla in panchina? Oppure mandiamo fuori Nestorovski o Trajkovski? Una follia. Un sostituto di Monachello e La Gumina? In teoria non abbiamo bisogno di nulla. Con Lupo e Tedino ci vedremo a fine settimana: saranno loro ad indicarmi eventuali aggiustamenti”.

E poi un elogio a Lupo e Tedino: “A distruggere ci vuole poco. Io ci metto la mia esperienza, Tedino e Lupo le loro abilità. Hanno recuperato giocatori contestati e definiti improponibili; i valori dello spogliatoio e della solidarietà. Trajkovski cuce il gioco come pochi, deve solo maturare in personalità e Chochev è sempre al posto giusto. Una preghiera ai palermitani: i giocatori sono come i figli e hanno bisogno di amore”.



Commenta notizia - Zamparini, dai riti tibetani al futuro societario


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia