00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
news Torna Indietro Tutte le News news
Fonte: Palermomania      Letta: 189 volte      Commenti: 0
FP: Le ragioni di chi non entra: "Zamparini era Superman..."
[ mercoledì 1 novembre, 2017 ore: 12:15 ]

"ll record negativo delle presenze al Barbera, registrato nell'ultima gara del Palermo contro la Virtus Entella, rischia di non rimanere un caso isolato. La protesta ad oltranza dei tifosi rosanero non accenna a diminuire e fino ad ora tutti gli appelli per farli tornare allo stadio sono caduti nel vuoto. Diverse le ragioni che tengono la tifoseria lontano dal proprio stadio, fra queste anche ragioni lavorative, il mancato closing e il sogno svanito di un presidente giovane, con idee brillanti, ma soprattutto vicino alla gente.

Per Francesco Safina del gruppo Fb “Old Style – Supportes Rosanero” il rapporto con Zamparini non si può più ricucire : «Il mio gruppo continua a seguire la squadra da lontano – afferma  ma siamo determinati a non entrare allo stadio. Abbiamo deciso di disertare il Barbera per fare vedere che il tifoso rosanero non è lì con le spalle abbassate a subire le decisioni di un presidente che è lontano dagli umori della gente. Vogliamo sognare, non protestiamo per la categoria attuale, anche se siamo convinti di meritare di più, ma vogliamo un progetto tecnico serio, c’è stato un tempo che eravamo quasi al livello del Napoli, ma potremmo essere come il Torino o l’Atalanta ad esempio. E’ chiaro che i presidenti vogliono guadagnare, ma noi vogliamo un presidente che ascolti i tifosi e che non li prenda in giro. Ci eravamo illusi che con Cascio prima e con Baccaglini dopo ci sarebbe stato un cambiamento, la delusione del mancato closing ci ha fatto staccare totalmente la spina, siamo in attesa che qualcosa cambi e anche se Zamparini sostiene che sono solo le nuove leve a protestare, posso assicurare che le cose non stanno così.»


Molto duro contro chi sta attuando questa forma di protesta è Alberto Castronovo, un artigiano palermitano, che quest’anno non si è abbonato solo per motivi professionali: «Non vado allo stadio perché lavoro anche di sabato e non perché sono contro Zamparini, per me lui ha fatto solo il bene del Palermo. Ha fatto il suo tempo, questo sì, ma sono convinto che tanti tifosi lo usino come scusa per non andare al Barbera. Il primo anno eravamo abbonati in 30.000, dopo 2 anni 24.000, poi siamo scesi sempre più, perché i palermitani non si accontentano di stare in serie A come fanno i tifosi di Atalanta e Udinese, vogliono vincere lo scudetto o la Champions, devono per forza avere un obiettivo che non possono raggiungere.»

Le continue polemiche fra chi ha deciso di non abbonarsi per protesta e chi non condivide questa forma di contestazione inasprisce sempre di più gli animi dei tifosi rosanero, in un crescendo di guerra fratricida che talvolta non risparmia amici e familiari, in un "tutti contro tutti"


 

Per Davide Cascio componente del gruppo Fb “Palermo sia solo rosanero” si tratta di una guerra tra poveri: «La nostra protesta è contro Zamparini - sostiene Davide Cascio – nonostante il Palermo sia la nostra squadra del cuore, l’abbiamo tatuato sulla nostra pelle e stiamo soffrendo a restare fuori, non ci siamo abbonati ed abbiamo deciso di non entrare perché siamo convinti che uno stadio vuoto fa un rumore clamoroso a livello mediatico, tanto è vero che qualche giorno fa Zamparini ha detto di essere dispiaciuto che la gente non va allo stadio, nonostante la squadra sia prima in  classifica. Ad inizio campionato aveva detto, con sarcasmo, che il pubblico influisce solo per il 2% ed aveva previsto cha saremmo tornati in massa dopo le prime vittorie. Noi stiamo dimostrando invece che non è così, che non ci interessano i risultati sportivi. La nostra delusione è iniziata dopo la finale di coppa Italia, quando iniziò a smantellare tutto.
Nel 2016 ci siamo ritrovati un gruppo di ragazzi, che già da tempo non erano contenti del suo operato, ed abbiamo deciso di dire basta ad una gestione sportiva basata su una continua cessione dei giocatori più importanti rimpiazzati da sconosciuti, nonostante i ricavi di Sky e le plusvalenze incassate. La nostra protesta continuerà ad oltranza fino a quando lui non cederà la società e tutti gli appelli a tornare al Barbera cadranno nel vuoto

Per alcuni  tifosi il dissenso che oggi vede coinvolti diversi gruppi social, era già iniziato durante la scorsa stagione, troppe le scelte societarie che non facevano presagire nulla di buono per il futuro della squadra, come ci racconta Luca Limacomponente del gruppo Fb "Palermo rosanero capo e cuore della Sicilia":

«Abbiamo iniziato la nostra protesta nel luglio 2016 – afferma Lima – significa che eravamo ancora in Serie A, eravamo in 12 e tutti ci presero per pazzi. E’ un discorso che esula dalla categoria, possiamo vincere il campionato anche con dieci punti di distacco o andare anche in Champions League: non ci interessa! Siamo esausti di essere presi in giro. Il punto di rottura risale a dopo la finale di Coppa Italia, avevamo uno squadrone e Zamparini decise di smantellare tutto fregandosene della nostra passione. Le continue prese per i fondelli, non ultima la vicenda con Baccaglini e le sue dichiarazioni ci hanno feriti. Fino a  qualche anno fa se si fosse candidato a sindaco avrebbe vinto a mani basse. La città lo adorava, io per primo avevo un suo enorme poster che portavo sempre in gradinata, era Superman con la sua faccia. Ci pesa tantissimo stare lontano dallo stadioci manca moltissimo non vivere più il clima pre-partita, ma per amore della nostra città non molleremo di un centimetro, non faremo un passo indietro. La nostra speranza è che lui ceda al più presto la società perché non è più credibile.»"

di Cettina Pellitteri ForzaPalermo.it

9

 



Commenta notizia - FP: Le ragioni di chi non entra:


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno