00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
yoox.com
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
01. Logo 120 x 60
news Torna Indietro Tutte le News news
Fonte: Palermomania      Letta: 267 volte      Commenti: 0
Gazzetta dello Sport: “Un Palermo luci e ombre. Piace il nuovo che avanza ma Posavec…”
[ lunedì 11 settembre, 2017 ore: 14:49 ]

L’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” ha analizzato la questione relativa a Josip Posavec. Ecco quanto si legge:

“Il bello, il brutto e le tare del passato. Tutto in una partita nella quale il Palermo è stato passato al setaccio snocciolando pregi, difetti e problemi che si porta dalla scorsa stagione. Crescendo il livello dell’avversario era normale che aumentassero le difficoltà e si mettessero in evidenza limiti che già si conoscevano e sui cui bisogna lavorare per eliminarli. L’Empoli ha messo sotto i raggi X i rosanero ed è emerso che l’idea di gioco di Tedino è bella e può diventare vincente. La squadra che ha dominato per i primi venti minuti sui toscani è la sintesi di un calcio esaltante e micidiale. La velocità di gioco, la percussione degli esterni, il ruolo di Coronado come elastico sulla trequarti capace di cucire e fare male, sono gli aspetti di un concetto di gioco bello e divertente. Aleesami e Rispoli sulle corsie laterali sono frecce devastanti, se in condizione fisica ottimale, e anche la fase difensiva dei primi venti minuti ha dato una sensazione di padronanza inequivocabile. L’inserimento di Gnahoré (ingenuità finale a parte), poi, in un meccanismo sul quale Tedino lavora fin dal ritiro è una bella novità. Perché il francese ha una forza e una progressione notevole, oltre a tempi d’inserimento in attacco molto puntuali come in occasione del gol. L’impianto quasi perfetto, però, si è smontato al primo gol subìto: una crepa su una lastra di marmo per una squadra che nelle prime due giornate aveva tenuto la porta inviolata, al punto di mettere in discussione il doppio vantaggio fino al pareggio dell’Empoli. VECCHI FANTASMI E qui ritorniamo ai limiti che s’intuiva potessero riaffiorare alle prime difficoltà. Perché alla prima gara importante sono emerse di nuovo tutte le incertezze di Posavec, entrambi i gol lo hanno visto titubante: il primo arriva sul suo palo di competenza, da un traversone sul quale non ha accennato nemmeno l’uscita, il secondo da un tiro forte, ma centrale. Mettere in discussione una posizione di doppio vantaggio per due leggerezze di questo tipo è qualcosa che il Palermo non può permettersi se vuole risalire in Serie A. Il croato è stato uno dei principali responsabili della retrocessione della scorso anno e l’ambiente non gli perdona più nulla. Basta andare sui social network per capire quello che i tifosi pensano di lui. In 24 ore il portiere è stato oggetto di un gioco al massacro. Purtroppo Posavec è condannato a non sbagliare e non per colpa sua, ma per chi ha preteso che fosse nuovamente titolare in Serie B, ovvero Zamparini”.



Commenta notizia - Gazzetta dello Sport: “Un Palermo luci e ombre. Piace il nuovo che avanza ma Posavec…”


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno