00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
yoox.com
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
01. Logo 120 x 60
rassegna_stampa Torna Indietro Tutte le News rassegna_stampa
Fonte: Gazzetta dello Sport - Sicilia      Letta: 1099 volte      Commenti: 0
Palermo fa i conti con i pali maledetti: Quanti rimpianti
[ martedì 21 aprile, 2015 ore: 12:03 ]

Palermo fa i conti con i pali maledetti: Quanti rimpianti
E' un Palermo d’assalto, in barba al modulo, visto che il 352 è il sistema di gioco da molti considerato difensivo. Non per Beppe Iachini. La sua squadra è nettamente a trazione anteriore. Crea tantissimo, segna, e soprattutto ha abbattuto pali e traverse di metà degli stadi italiani. Al Barbera contro il Genoa l’ultimo di una lunga serie con un tiro a giro di Dybala. In totale sono 18, record assoluto in Serie A in quanto a legni colpiti. Nell’ordine, 8 centrati da Vazquez, 7 da Dybala, uno a testa da Belotti, Morganella e Rispoli. Tradotti in gol il Palermo si ritroverebbe almeno con 67 punti in più in classifica, cioè in piena corsa per l’Europa League e con una coppia di attaccanti in lizza per il titolo di capocannoniere del campionato. Iachini non ha nascosto un pizzico di rammarico per quello che sarebbe potuto essere, ma per esse l’annata del ritorno nel massimo campionato può andare bene così.

RECORD - In compenso, il Palermo stabilisce anche record positivi. Che i rosanero siano una macchina da guerra sotto porta lo dice il dato relativo ai gol segnati nei primi 15 minuti di gara: ben 11. Nessuno ha fatto meglio in Serie A. Complessivamente su 44 reti segnate, 29 i rosanero le hanno messe a segno nel primo tempo, in particolare 23 nella prima mezzora e 12 dal sedicesimo al trentesimo minuto. Una tendenza che ha contraddistinto tutta la stagione, fatta di avvii di partita sempre molto intensi e aggressivi nei quali la squadra ha sorpreso spesso l’avversario. Un atteggiamento che non è mancato nemmeno nel periodo asfittico sotto rete delle sei gare senza vittorie. Perché il Palermo ha sempre creato azioni pericolose soprattutto nei primi tempi senza, però, trovare il gol. La fase offensiva, insomma, è il punto di forza di Iachini, non tanto per il numero di attaccanti schierati in campo, quanto ai giocatori che riesce a portare nell’area avversaria. I tre gol consecutivi in due partite messi a segno da Chochev ne sono la testimonianza.

DYBALA SUPER - È chiaro che tutto è reso possibile dai movimenti e dalle giocate dei due attaccanti. Dybala sotto questo punto di vista è l’autentico trascinatore del reparto avanzato, perché oltre ai 13 gol realizzati ha confezionato anche 10 assist vincenti che ne fanno il primo giocatore del torneo ad essere andato in doppia cifra di assist e gol. Entrando più nel dettaglio, la Joya ha fornito un assist per tre degli ultimi cinque gol del Palermo. L’impianto, insomma, funziona bene e il 352 è il modulo che meglio ha fruttato in termini di punti, con buona pace del presidente Zamparini che avrebbe voluto vedere più spesso il 4321 che al netto ha reso possibile soltanto la vittoria sul Napoli in casa.

OBIETIVO - Iachini, comunque, sta lavorando sul nuovo assetto per garantire un’intercambiabilità di moduli che possa fare maturare ulteriormente la squadra in vista della prossima stagione. La sensazione è che al momento il sistema con la difesa a tre sia quello che offra maggiori garanzie. La seconda vittoria consecutiva ha prodotto una nuova energia che i rosanero non intendono disperdere di nuovo. Il messaggio lanciato da Iachini sulla voglia chiudere a 50 punti è stato chiaro e tradotto sul campo dai suoi uomini in modo esemplare. In sette partite raggiungere il traguardo è possibile. Bisognerà non prendere sotto gamba il Parma che di tranelli, come fanalino di coda, ne ha tesi diversi finora a molte squadre.

di Fabrizio Vitale - Gazzetta dello Sport ed. Sicilia

Commenta notizia - Palermo fa i conti con i pali maledetti: Quanti rimpianti


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno