00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
rassegna_stampa Torna Indietro Tutte le News rassegna_stampa
Fonte: Gazzetta dello Sport - Sicilia      Letta: 884 volte      Commenti: 0
Lazaar: "Adesso questa squadra ha il carattere giusto"
[ giovedì 19 febbraio, 2015 ore: 10:46 ]

Lazaar: "Adesso questa squadra ha il carattere giusto"
Vola il Palermo. Vola con Lazaar sulla fascia sinistra. Il primo gol del marocchino in Serie A è coinciso con una delle sue migliori prestazioni in maglia rosanero. Contro il Napoli, l’ex terzino del Varese, ha dato il là ad una vittoria che i tifosi palermitani ricorderanno a lungo. Un gol, il suo, segnato dalla distanza record (per il campionato in corso) di 39,53 metri. Un gol che Lazaar ha voluto dedicare ai familiari che lo seguono dal Marocco. Il 23enne nato a Casablanca, dopo un approccio faticoso con la categoria, adesso ha convinto tutti, a suon di sgroppate e cross dal fondo. La sua crescita è stata direttamente proporzionale a quella del Palermo e oggi Lazaar rappresenta una certezza.

INIZIO FATICOSO - E dire che delle prime 8 giornate di campionato, Lazaar ne aveva giocato solo 3 da titolare. Ma dopo la sconfitta esterna con la Juventus, l’allenatore marchigiano lo ha lasciato fuori dallo schieramento iniziale solo in una circostanza, in trasferta contro il Torino. Per il resto Lazaar è stato sempre tra i protagonisti e il suo rendimento è stato un crescendo. Ora arriva la Lazio, una sfida che i tifosi più spavaldi guardano in chiave europea, in barba ai propositi carichi di prudenza di Iachini e della squadra: «Non abbiamo ancora raggiunto la salvezza – ammonisce pure Lazaar –. In Serie A non si scherza: prima i 40 punti, poi eventualmente si discuterà d’altro». I tifosi, però, sognano, perché vincere all’Olimpico significherebbe piazzarsi a un solo punto dalla stessa Lazio. Quella contro i biancocelesti di Pioli, per altro, è una sfida che sa di riscatto dopo il 40 subito all’andata. Una sconfitta che brucia ancora, perché il Palermo dominò a lungo la partita.

SFIDA DIVERSA - Quella sera al Barbera sbocciò Djordjevic, autore di una tripletta. Stavolta la sfida si annuncia più equilibrata: da un lato ci sarà una Lazio alle prese col caso Lotito e reduce dal successo di Udine. Dall’altro un Palermo gasatissimo dalla vittoria sul Napoli e consapevole che per iniziare a parlare di Europa League, bisogna fare punti anche in trasferta. Iachini, che avrà di nuovo a disposizione Gonzalez e Vitiello, dovrà decidere se scegliere il modulo ad albero di Natale con cui sabato scorso ha sorpreso il Napoli, oppure tornare al 352. Di sicuro ci sarà Lazaar a sinistra. Anche all’andata il marocchino era tra i titolari, ma Iachini lo sostituì con Emerson sullo 01. Una sconfitta pesante, vissuta male, anche perché il Palermo aveva dominato il 1°tempo. Ma quello era un Palermo fragile. Oggi Lazaar si può permettere di dire: «Il Palermo scende sempre in campo cercando di fare il proprio gioco a prescindere dall’avversario. Abbiamo fatto molto bene finora, dimostrando di essere all’altezza. Ora vogliamo continuare così».

di Giovanni Di Marco - Gazzetta dello Sport ed. Sicilia

Commenta notizia - Lazaar:


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno