00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
rassegna_stampa Torna Indietro Tutte le News rassegna_stampa
Fonte: Gazzetta dello Sport      Letta: 960 volte      Commenti: 0
Dybala: "Abbiamo lavorato duro per rialzarci, ora stiamo attenti all’Udinese"
[ mercoledì 5 novembre, 2014 ore: 10:51 ]

Silenzio, parla Dybala. L’ex bambino prodigio, un po’ troppo timido per farsi sentire è diventato implacabile predatore delle aree di rigore.
Tre gol dopo 10 giornate, come in tutto il suo primo anno di A: dove mettiamo l’asticella?
«Sbaglierei se mi ponessi un obiettivo preciso. So che è una frase abusata ma bel mio caso vera: segnerò il più possibile».

Finora aveva fatto gol solo al Barbera, per la prima rete in trasferta ha scelto la «Scala del calcio»: dove la prossima?
«E’ stato splendido segnare in uno degli stadi più belli del mondo come il Meazza, che ogni calciatore conosce: un sogno realizzare una rete così bella in quell’immensa platea. Il prossimo gol, domenica».

Iachini alterna il modulo a 2 e a 3 punte: pregi e difetti?
«E’ la mentalità che fa la differenza. Domenica abbiamo creato 8 palle gol perché avevamo l’atteggiamento giusto».

Zamparini l’ha paragonata a Pastore: lusingato?
«Felice dell’accostamento perché il “Flaco” è un grande calciatore. Mi fa piacere ma devo fare ancora tanti passi avanti per arrivare al suo livello».

Si è sentito con Pastore, le ha dato qualche consiglio?
«Siamo amici e abbiamo un ottimo rapporto, ci sentiamo ma niente consigli».

Iachini ha detto che lei è già un top player da squadra europea: per esempio quale?
«Ci sono tante squadre europee ed italiane di valore, ma non voglio pensarci adesso».

Pensa di valere i 42 milioni di euro fissati da Zamparini?
«Ringrazio il presidente ma non voglio più parlare di soldi. Da quando sono arrivato in Italia non s’è parlato d’altro».

Il presidente ha anche rassicurato i tifosi aggiungendo che per 2 anni lei non si muoverà da qui, è d’accordo?
«Certo che sì, a Palermo ho l’affetto di tutta la città».

Allora dovrà rinnovare in fretta visto il suo contratto scade nel 2016.
«Ne parlano mio fratello, Mariano, che è il mio agente, e la società. Ci accorderemo».

Il Palermo può davvero arrivare in Europa quest’anno?
«Non montiamoci la testa per aver vinto a San Siro. Piedi per terra e concentrati sulla prossima: ci attende una sfida difficile contro l’Udinese».

Come si spiega la trasformazione dalla batosta di Empoli al successo sul Milan?
«Rimanendo concentrati sul lavoro. Nessuna rivoluzione. Abbiamo sgobbato duro».

In questi 2 anni italiani in cosa sente di essere migliorato?
«Mentalmente ho fatto grandi passi in avanti. Ora devo acquisire più cattiveria sotto porta».

Scelga: capocannoniere del torneo o Europa League?
«La seconda, vengono prima i successi di squadra».

Favorito per il trono del gol?
«Il napoletano Callejon».

Meglio con Belotti o con Vazquez?
«Uno è più fisico, l’altro più tecnico, ma le mie qualità si sposano bene con entrambi».

Cosa teme dell’Udinese?
«La grande voglia di rivincita dopo le ultime sconfitte, un po’ come noi dopo l’Empoli».

Il confronto con Di Natale la esalta o la preoccupa?
«Non c’è solo lui, ma lo toglierei volentieri di squadra».

di Francesco Caruso - Gazzetta dello Sport

Commenta notizia - Dybala:


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno