00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
yoox.com
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
01. Logo 120 x 60
rassegna_stampa Torna Indietro Tutte le News rassegna_stampa
Fonte: Tuttosport      Letta: 915 volte      Commenti: 0
BELOTTI: "Ora tripletta e azzurro. E' Iachini il mio segreto"
[ venerd 26 settembre, 2014 ore: 12:53 ]

BELOTTI: "Ora tripletta e azzurro. E' Iachini il mio segreto"
Una tripletta, la maglia azzurra e un abbraccio alla nonna come ha fatto Florenzi. Eccoli i desideri del "Gallo", alias Andrea Belotti. Ed sicuro che non aspetter molto per vederli esauditi. Il genio della lampada lui stesso, vero prototipo di attaccante moderno. Potenza, senso gol e sacrificio, una gioia per gli allenatori. Non per Rafa Benitez, ovviamente, che mercoled si visto impallinare due volte insieme al suo Napoli proprio dal bomber rosanero: "Sono stati i miei primi due gol in Serie A, stata un'emozione grande -ammette Belotti-. Quei due flash resteranno per sempre nella mia testa".

Sognava una serata cos?
"Francamente sono andato oltre le mie aspettative. Sognavo di giocare una gara dall'inizio e anche di segnare, ma una doppietta nello stadio di Maradona, Cavani e Hamsik no... Fantastico".

Cosa ha provato dopo i due gol?
"Il primo non ho fatto in tempo a gustarlo perch ho subito pensato a prendere la palla per riportarla a met campo, stavamo perdendo infatti... Il secondo stato una goduria, sono corso subito ad abbracciare Dybala e Vazquez che hanno fatto un'azione straordinaria".

Negli spogliatoi sar stato sommerso dai complimenti...
"Si, ho ricevuto tanti abbracci e pacche sulle spalle. Anche Iachini mi ha detto bravo, ma mi ha subito ricordato che devo partecipare di pi alla fase offensiva. Sul telefonino ho trovato tanti messaggi".

Il pi bello?
"Quello di mio padre, mi ha scritto: 'Sono fiero di te, avanti cos. Ti voglio bene'. Poi ci sono stati quelli dei miei amici d'infanzia. Hanno visto la partita tutti insieme nel bar di Yuri(il famoso 'Gallo' che ha ispirato la sua esultanza, ndr)".

Il Palermo ha appena comprato tutto il suo cartellino, spendendo poco pi di cinque milioni. Quanto vale Belotti dopo questi due gol?
"Sono discorsi che non m'interessano, io penso solo a fare bene in campo. Ho ancora tanti obiettivi da centrare".

Quali?
"Intato devo continuare a lavorare come sto facendo per avere altre chance dall'inizio, poi sogno di fare una tripletta. Per un attaccante portarsi il pallone a casa il massimo".

Tutto qui?
"No, c' anche la maglia della Nazionale. Ma anche quella passa dal Palermo. So che con Conte tutti quanti possiamo avere una chance, io ce la metter tutta per convincere il ct. L'Italia ad ottobre giocher al Barbera contro l'Azerbaigian, sarebbe fantastico se arrivasse una chiamata".

C' qualcos'altro che vorrebbe fare da qui a breve?
"Si, segnare un gol e andare ad abbracciare mia nonna. Come ha fatto Florenzi qualche giorno fa. Mia nonna Maria mi ha sempre seguito e coccolato, vorrei dedicarle una rete. Ha 74 anni, ma l'anno scorso gi stata a Palermo. E presto mi verr a trovare...".

Differenze fra la A e la B?
"Sono due mondi diversi. In B trovi squadre chiuse che pensano solo a difendersi, in A si gioca quasi sempre per vincere. E nelle difese c' tanta qualit. Per trovi anche pi spazi".

Quanti gol pu fare Belotti in A?
"Per un attaccante l'obiettivo sempre la doppia cifra, al primo anno di A mi accontenterei. Se continuo a seguire Iachini, posso riuscirci".

E' l'allenatore il suo segreto?
"Si, con lui mi trovo benissimo. Mi sta facendo crescere nel modo giusto, senza mettermi pressioni. E lo stesso sta avvenendo anche per altri. Penso a Dybala, Vazquez. Abbiamo dimostrato che in A possiamo starci".

A proposito, tutti e tre insieme fate paura?
"Un bel trio, ci completiamo a vicenda. Ma non detto che dobbiamo giocare per forza. E' giusto che Iachini faccia le sue scelte in base agli avversari e allo stato di forma di ognuno di noi".

Torniamo a Iachini, stupito delle chiacchiere sul suo futuro dopo il ko col Verona?
"Sono state fastidiose, il problema che in Italia funziona cos. Tanto pi se sei l'allenatore del Palermo".

Tanti elogi ma anche tre punti in 4 partite, preoccupato?
"No, giocando cos arriveranno anche le vittorie. Certo, i rimpianti non mancano. Con la Samp siamo stati ripresi in extremis, con Inter e Napoli meritavamo di vincere, a Verona siamo stati sconfitti in maniera assurda".

Dopo la Lazio, ad ottobre affronterete Empoli, Cesena e Chievo. Pu essere il mese della svolta?
"Diciamo che sar importante fare punti in queste partite. Sono avversarie dirette, ma non possiamo permetterci passi falsi. Per se non ricordo male in mezzo ci sar anche la transferta sul campo della Juventus...".

Ricorda benissimo, quella partita l'ha gi segnata sul calendario?
"Giocare in quello stadio contro giocatori che hanno vinto un Mondiale e tre scudetti di fila sar sensazionale. Segnare lo sarebbe ancora di pi".

di Luigi Butera - Tuttosport

Commenta notizia - BELOTTI:


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno