00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
rassegna_stampa Torna Indietro Tutte le News rassegna_stampa
Fonte: Gazzetta dello Sport - Sicilia      Letta: 1073 volte      Commenti: 0
"Il Palermo ha un gioco, e diventerà più forte"
[ martedì 23 settembre, 2014 ore: 11:02 ]

L’atteggiamento non è da matricola. Il Palermo se la gioca con tutti, piccole e grandi. La prova con l’Inter è l’esempio di una mentalità rimasta immutata nel salto dalla Serie B, dove era la corazzata da battere. I rosanero stanno vivendo un crescendo di prestazioni che però non trova riscontro nella classifica. I 2 punti racimolati finora non raccontano a pieno il rendimento di una squadra che si è mossa sempre con la medesima impostazione: inizio aggressivo, nonostante il 352 dia adito a pensare ad una tattica difensivista, ha sempre sbloccato il risultato per prima, ha subito la rimonta e ha chiuso all’attacco mancando il colpo del k.o. Ha giocato a viso aperto con Sampdoria, Verona e soprattutto con l’Inter.

Pregi e difetti - L’organizzazione tattica impostata da Iachini non è da meno di una squadra d’alta classifica, gli svarioni in retrovia e un maggiore cinismo sotto porta sono, invece, il gap da colmare per provare a pensare in grande. E’ sotto gli occhi di tutti, però, che il rendimento dei singoli è andato sempre più a migliorare. Sorrentino è quella garanzia a cui non si poteva rinunciare tra i pali, Terzi è l’eminenza grigia in difesa, Rigoni sta diventando il padrone del centrocampo, Bolzoni e Barreto sono due colonne inesauribili. Ma le belle notizie arrivano dai due argentini in avanti: Vazquez e Dybala hanno iniziato col piede giusto. I presupposti per un’altra prestazione importante al San Paolo domani sera ci sono tutti. Che il Palermo sia una macchina che gira a regimi importanti se n’è accorto anche Zamparini. «Se in classifica il Palermo avesse 7 punti invece che 2 avrebbe la ricompensa di quanto ha dimostrato sul campo – ha detto il presidente rosanero intervistato da Radio Sportiva . Con la Sampdoria abbiamo fatto la partita, col Verona non meritavamo di perdere e con l’Inter abbiamo fatto una buona gara. Dei nuovi arrivati, poi, in campo ce n’era solo uno (in realtà erano due, ndr), gli altri hanno bisogno di tempo».

Vazquez super - Iachini, per ora, è portato sul palmo di una mano. «Il mio passato dice sempre che un allenatore da me è sul punto di essere esonerato, ma con lui ho un grande rapporto. Ho una grande stima, il Palermo di oggi è frutto di questo lavoro – ha continuato . Iachini è cresciuto, il vero Palermo lo vedremo tra 23 domeniche, non avremo paura di nessuno. Vazquez? E’ un giocatore di grande livello, non è Pastore, ma tra 23 anni andrà in una grande squadra. Cosa ci manca ancora? La fortuna del Verona. Scherzi a parte, anche il cinismo sotto porta soprattutto. Il Napoli? Sarei stato contento se avessero vinto 50, avranno molta rabbia dentro».

di Fabrizio Vitale - Gazzetta dello Sport ed. Sicilia

Commenta notizia -


Top news del Giorno
Inserisci tuo Commento
Nome:
Città:
Commento:
 
Nessun commento su questa notizia
I Vostri Commenti Top news del Giorno