00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: Palermomania        Letta: 150 volte        Condividi:
Gazzetta dello Sport: “Dall’Empoli fino al Foggia: In B a gennaio tante si sono rinforzate”
[ mercoledì 14 febbraio, 2018 ore: 16:19 ]

“Si chiama mercato di riparazione. Meglio ribadirlo: ri-pa-ra-zio-ne. A gennaio, al giro di boa, c’è la possibilità di intervenire e correggere in corsa le squadre. E’ il momento in cui i manager concordano con i tecnici le modalità d’intervento, con l’avallo dei presidenti. Si procede e si aspetta il campo, nella speranza di aver scelto la strategia giusta. E chi interviene a inizio mese raccoglie prima i frutti, chi invece aspetta i saldi degli ultimi giorni perde tempo. Ma adesso, dopo quattro giornate di ritorno e due dopo la fine del mercato, si comincia a vedere chi ha lavorato bene
.
LE SQUADRE -  Nel 2018 l’Empoli ha sempre vinto, ha segnato di più (12 gol), ha incassato meno reti di tutti (2 come il Frosinone) e ha proposto tre novità di gennaio (Brighi ha anche fatto un gol), mai rinforzi erano stati preceduti dal cambio di allenatore (Andreazzoli per Vivarini) esono stati concordati di conseguenza, per un impatto con il campo decisamente rilevante. Chi ha veramente fatto il salto di qualità con i rinforzi è stato il Foggia: 9 punti, con uomini determinanti come Kragl (ha anche cambiato ruolo: da mezzala a esterno sinistro), che ha fatto due gol con bordate terrificanti, come Scaglia (percorso tattico inverso rispetto a Kragl) ea nche come Duhamel, che dopo un centinaio di gol nella B francese ha timbrato lunedì sera a Palermo, dimostrando di saper vedere bene la porta.
Anche il Frosinone, più solido a centrocampo con Chibsah (un gol) e Kone, ha fatto 9 punti ed è rimasto in vetta, staccando un Palermo (4 punti, solo 3 gol) che invece a gennaio non s’è mosso come avrebbe dovuto (e si vede). Ottime anche le scelte di altre squadre che hanno raccolto 7 punti: il Carpi ha rilanciato un talentocome Melchiorri (2 gol), il Perugia si è ringiovanito con qualità (vedi Magnani e Gustafson), la Pro Vercelli ha cambiato più di tutti (11 arrivi, 9 partenze) e il Venezia ha trovato più alternative in attacco (Litteri 2 gol, Firenze 1) pur avendo ceduto Moreo.

I GIOCATORI - I nuovi gol sono finora 18, divisi tra 11 diversi calciatori. Spicca Puscas (ne parliamo qui a fianco) del Novara, che in due gare ne ha fatti quattro con la tripletta al Cittadella, che a sua volta conta un  gol di Vido (al debutto ad Ascoli). Oltre ai già citati Kragl, Litteri e Melchiorri, una doppietta l’ha firmata anche il ritrovato Monachello (Ascoli), in attesa che si sblocchi il suo nuovo compagno di reparto Ganz. L’undicesimo nuovo marcatore è Signori, che però gioca in una Ternana in grande difficoltà (un punto nel ritorno, nessuno ha fatto peggio) malgrado gli innesti: in questo caso i problemi sembrano essere a monte.

NON E’ FINITA - Qualcuno i frutti li attende ancora, altri forse hanno peggiorato. Che dire della difesa del Bari, già battuta 8 volte nel ritorno? Peggio ha fatto solo la Ternana con 9. E l’attacco zemaniano del Pescara? Solo 2 gol nonostante l’innesto di Yamga, e in attesa di Falco (manca poco al debutto dopo l’infortunio). In generale comunque i rinforzi hanno portato più freschezza. Tanto che qualcuno sta scandagliando anche il mercato degli svincolati (c’è tempofino alla fine del mese) per trovare qualche occasione. E’ il caso dell’Entella, che dopo aver perso all’ultimo minuto di mercato il cagliaritano Giannetti e aver fatto solo 2 gol nel ritorno, ieri ha trovato l’attaccante che mancava tesserando Azdren Llullaku, classe 1988, nel giro della nazionale albanese e appena liberatosi dall’Astana. Si farà sentire anche lui?”. Questo quanto riportato dall’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”.


Condividi su Facebook