00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: livesicilia        Letta: 140 volte        Condividi:
Tedino: "Ho un dubbio sulla destra, dobbiamo migliorare in casa"
[ venerdì 26 gennaio, 2018 ore: 15:02 ]

Tedino: "Ho un dubbio sulla destra, dobbiamo migliorare in casa"
Intelligenza e spirito di sacrificio. Sono queste le caratteristiche che domani serviranno al Palermo per battere il Brescia secondo la strada tracciata dal tecnico Bruno Tedino: "Sappiamo che possiamo migliorare in casa, ma troviamo sempre squadre che ci rendono la vita difficile – ammette l'allenatore nella conferenza stampa della vigilia –. Il Brescia è una squadra organizzata che gioca molto bene, con calciatori esperti come Meccariello o Gastaldello. Sono tornati al tecnico di inizio stagione, Boscaglia, tornando al 3-5-2. Si distendono bene quando ripartono, hanno una identità ben precisa che giocano con la palla bassa. Ci creeranno qualche problema, ma dobbiamo pensare a noi con intelligenza e spirito di sacrificio. Dobbiamo fare questo tutti insieme".

Un solo dubbio di formazione per Tedino visto il ballottaggio tra Fiordilino ed Embalo sulla corsia di destra:
"Ormai giocare in casa o fuori è indifferente, molte squadre sono brave a chiudere gli spazi e poi ripartire. Ho provato Embalo, Fiordilino e Szyminski in quel ruolo. Nessuno dei tre è specifico in quella posizione, ma in un colpo solo abbiamo perso Morganella, Rispoli e Rolando. Quest'ultimo verrà convocato perché è giusto che rientri nel gruppo per annusare non solo gli indirizzi tecnico-tattici, ma il vivere la partita ed essere considerato un giocatore a tutti gli effetti. In ogni caso le loro assenze sono state una grande mazzata perché abbiamo perso i giocatori dello stesso ruolo. Chi ha dato maggiori segnali di equilibrio è Fiordilino che ha dimostrato di disimpegnarsi bene, ma quando c'è da spingere non va al massimo. Rifletterò e domani sceglierò: la scelta è tra questi tre".

"Sarà una formazione diversa rispetto all'andata dove eravamo pochissimi e ad inizio stagione – prosegue Tedino –.  
A Brescia il Palermo fece una partita importante, utile per capire le potenzialità di quelle che erano delle presunte seconde linee. Così abbiamo scoperto tutti - ma per me non era una sorpresa - che non c'erano titolari o riserve. Abbiamo spesso cambiato molti giocatori per il bene della squadra, sempre con buoni risultati".

Tedino non apre il capitolo mercato, ma al tempo stesso spende parole importanti per Carlos Embalo:
"Io di mercato non voglio aprire la porta, ci sono dei professionisti a lavoro con la proprietà. Embalo non mi ha mai detto di voler andare via. Ha giocato quindici gare e in ruolo non specifici per lui. La fiducia è massima. Ha avuto dei problemi dopo la sfida con il Bari, la nascita del figlio che gli ha portato poco sonno. Non ha giocato molto ultimamente per questo, ma fin quando sarà in rosa lo utilizzerò. Per me è un giocatore bravo ed un ragazzo eccezionale, con lui ho un rapporto speciale. Lo terrò in considerazione fino alla fine".

Proprio il calciomercato non è uno dei temi toccati nel pranzo di lavoro tra Tedino e Zamparini qualche giorno fa:
"Con Zamparini non abbiamo parlato di mercato, è stato delineato da tre mesi a questa parte. Non è stato toccato questo tema del pranzo. Con lui abbiamo parlato di giocatori nostri e di Palermo. A Zamparini non lo voglio vedere soddisfatto, ma carico e motivato, oltre che vicino alla squadra. Ci è venuto a trovare anche alla vigilia della sfida a La Spezia. Deve riconoscere in noi anche la motivazione ulteriore per raggiungere il nostro obiettivo stagionale".

Tedino ripercorre anche quanto fatto settimana scorsa nella sfida contro lo Spezia:
"Il mio lavoro è sempre basato su grande intensità che la sosta ti toglie. Non abbiamo giocato a La Spezia al top delle condizioni, ma è pur vero che abbiamo avuto una sola disattenzione nell'arco dei novantacinque minuti. Abbiamo pareggiato contro una squadra che in casa aveva un ruolino di marcia da Serie A. Se non c'erano le caratteristiche giuste e l'attenzione non avremmo fatto la prestazione vista. L'indice di pericolosità, però, è migliorabile. Nestorovski è un giocatore eccellente sotto l'aspetto realizzativo, anche nel primo tempo ha avuto due palle gol importanti, costruite con grande intelligenza. A noi serve tantissimo, bisogna ricordarsi che quando gioca una partita sotto ritmo o sotto tono non bisogna dimenticare anche gli altri che giocano una buona partita. Nestorovski non abbassa l'indice di pericolosità".

Chiosa finale del tecnico rosanero sui convocati di domani: "Moreo diventerà un top player, non solo in Serie B, ha tutte le caratteristiche per farlo. Si è allenato qualche giorno in meno per un piccolo intervento ambulatoriale, è rimasto fermo un paio di giorni e non si è allenato con continuità. Ci dà una grossa mano per tutti i ruoli d'attacco. Sarà convocato non solo lui, ma anche Fiore, Rolando e Rajkovic. Balogh, invece, ha preso un colpo importante al piede e aspettiamo il responso".


Condividi su Facebook