00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: livesicilia        Letta: 296 volte        Condividi:
Tedino: "Occhio alla Salernitana, Nestorovski è in dubbio"
[ mercoledì 27 dicembre, 2017 ore: 17:30 ]

L'ultimo passo per chiudere bene l'anno. Il Palermo si prepara alla sfida di domani contro la Salernitana, novanta minuti che separano i rosanero dal titolo di campioni d'inverno. "Vincerlo darebbe maggior impegno nelle prossime gare, ci interessa fare più punti possibili - ammette il tecnico Bruno Tedino in conferenza stampa - Ogni partita è da 3 punti, non c’è mai da abbassare la guardia. Se lo fai prendi tre cazzotti e vai casa. Sapremo a maggio se avremo superato questa fase. Stiamo molto attenti, io sto sempre sul pezzo per cercare di migliorare".

Davanti ci sarà una squadra ostica come la Salernitana, un avversario che Tedino non sottovaluta nonostante il pesante ko interno contro il Foggia: "Non riusciamo a fare determinati tipi di uscite quando le squadre si chiudono. Non sapendo come giocano gli avversari c’è questo tipo di difficoltà. Non sai come e dove devi andarli a prendere. Salernitana? Non so che assetto ha adesso con Colantuono, adesso ha giocato col 4-3-2-1, ma noi dobbiamo pensare al nostro come abbiamo fatto finora. Hanno molta velocità di esecuzione, muove molto bene la palla e si distende bene. Hanno giocatori che ribaltano l’azione facilmente. Hanno una qualità di impianto di gioco importante, la partita persa con il Foggia non conta".

Ancora un grosso dubbio di formazione per Tedino visto che Ilija Nestorovski non sembra ancora pronto a partire dall'inizio: "Nestorovski lo abbiamo fatto stare a casa precauzionalmente. Oggi sta bene e si è allenato, è a disposizione anche se non ha tutti i minuti sulle gambe. Lui e La Gumina sono completamente differenti, Nino sta facendo un mese a grandi ritmi e condizione. Non è un giocatore raffinato, è di assoluto valore. Ha un ritmo sulle gambe notevole, ci ha dato una grande mano nella fase di non possesso. E’ molto aggressivo, il lavoro sporco degli attaccanti serve anche a questo. Nestorovski è molto abile nell’area di rigore, è scaltro e ha delle intuizioni da vero bomber. Ha un piede micidiale, bisogna tener conto che ha dalla sua parte sei anni in più di Nino".

"Per domani ho due dubbi. Uno è Nestorovski, l’altro è il centrocampista - prosegue Tedino - Stamattina ho visto molto bene anche La Gumina e Trajkovski, voglio valutare serenamente. Murawski è un po’ debilitato, è irrinunciabile ma è un po’ stanco. Anche Chochev sta bene. Sto facendo queste valutazioni. In questa partita secondo me tutti hanno i 90′ nelle gambe, forse solo Nestorovski no. Ma la voglia di vincere l’hanno tutti, Chochev è un giocatore per me irrinunciabile, interpreta il gioco del calcio come piace a me. Ho i miei dubbi e me li tengo fino al giorno della partita".

Dopo la sfida di domani il Palermo si fermerà fino al 9 gennaio, giorno della ripresa degli allenamenti. Il primo mese dell'anno sarà molto importante anche per il recupero di due giocatori martoriati dagli infortuni come Balogh e Rajkovic: "Sono soddisfatto da quello che sta facendo Rajkovic, è un ragazzo di una gigantesca qualità morale. Gli darò fino all’ultimo secondo per potere migliorare perché se lo merita. Balogh è un bambinone, ha passato l’inferno ma anche lui se lo merita. Rajkovic non è ancora proponibile perché negli spostamenti laterali fa fatica. Per il resto ci siamo, non ha avuto ricadute. Balogh è più difficile perché deve avere più pazienza, quello che ha avuto è molto delicato. Ha fatto una settimana in gruppo, nella ripresa lo saranno ancora ma non sappiamo quando potranno giocare e se saranno disponibili a tutti gli effetti".

Chiosa finale di Tedino sul centrocampo: "Jajalo è un giocatore di mentalità seria, sana e genuina. E’ un giocatore molto intelligente, quello che gli spieghi lo mette in pratica. È molto importante a prescindere da quanto gioca. Coronado è particolare, gli piace avere la palla addosso. Bisogna concedergli qualche errore, la presenza di Jajalo gli permette di fare questo tipo di lavoro. Amo molto Gnahorè e Chochev perché si inseriscono e fanno male, sono centrocampisti moderni. Chochev mezzala sinistra e Coronado destra non cambierebbe nulla".

Condividi su Facebook