00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: Tuttopalermo.net        Letta: 293 volte        Condividi:
Palermo, Tedino: "Ternana, l'imprevedibilità la loro arma più importante"
[ venerdì 15 dicembre, 2017 ore: 16:03 ]

Abituale conferenza stampa pre-gara per il tecnico del Palermo Bruno Tedino che, dalla sala stampa del campo "Tenente Onorato", ha risposto alle domande dei giornalisti in vista della sfida alla Ternana, ecco quanto raccolto da TuttoPalermo.net: “Non ci deve essere ansia di vincere in casa o ansia da prestazione: giocare in casa è diventato difficile perchè squadre chiuse o alte non ci hanno concesso spazi. Serve organizzazione ed intelligenza nelle due fasi. Abbiamo finito a Bari in condizioni pesanti: Dawidowicz è uscito malconcio, anche perchè non giocava da 2 mesi. Sostanzialmente si è allenato oggi e basta. Ho qualche piccolo dubbio, ma la squadra sarà similare a quella di Bari. Coronado? Diciamo che sta bene e ha entusiasmo ed è ipotizzabile rivederlo in mezzo al campo: Igor ha fatto una grande partita, come tutti. Dare continuità sarebbe importante ma è necessario farlo con giocatori che stanno bene. Mentre Posavec ha recuperato e sarà titolare. La Gumina? Si è conquistato un posto in squadra e deve difenderlo: come tutti i giovani deve dimostrare quanto vale, forse anche di più. Questa settimana lo ha fatto: poteva giocare dall’inizio già a Bari e ha fatto bene. Nel gol di Trajkovski poteva essere altruista, ma è un attaccante e purtroppo o per fortuna cerca sempre il gol. Anche Alex ha fatto una grande partita, come già con il Venezia, contro una difesa molto fisica. Nestorovski e Trajkovski giocano spesso in nazionale e hanno un grande rapporto. Non credo abbia bisogno di responsabilizzarsi: ha solo bisogno di mente sgombra e serenità. Alle volte si danno per scontate certe cose nei rapporti interpersonali: dobbiamo essere noi i primi a fare qualcosa per aiutarlo. E’ un capitale calcisitico enorme per la squadra. Pochesci? Sta facendo un ottimo lavoro e ha una squadra con un’identità precisa, con grande intensità e elasticità tattica. Sono cose che hanno portato benefici alla Ternana e grande entusiasmo. Davide contro Golia? Avrà le sue ragioni a dirlo, ma in questo ambiente si ingigantiscono sempre gli avversari per motivare i propri giocatori. Non è mio compito fargli cambiare idea: sappiamo cosa abbiamo fatto in questi mesi e da dove siamo partiti; bisogna ringraziare i ragazzi e lo staff per essere arrivati ad un buon punto, con umiltà e sacrificio si può raggiungere qualcosa di importante. Servirà un impatto importante fin da subito: col Cittadella partimmo sotto ritmo e fu una gara senza dignità e voglia che avevamo senza avuto. Le squadre sanno quali sono i nostri punti di forza e debolezza e poi basta mezzo episodio per cambiare la gara. La Ternana poi è una squadra viva e ha giocatori di grande tecnica e molto intraprendenti, come Albadoro, Montalto, Carretta e Tremolada; Gasparetto lo conosco da quando ha 6 anni (fratello di un ragazzo che ho allenato). L’imprevedibilità è la loro arma più importante. Domani sarà una vigilia calcistica come le altre. E basta. Non ci interessa l'udienza, siamo molto sereni e tranquilli. Abbiamo un solo compito: siamo professionisti e ci occupiamo della parte sportiva. Possiamo fare partite meno buone ma non è legato a quell’aspetto, a prescindere dalle questioni societarie. Siamo convinti di quanto ci è stato riferito. Siamo al bivio: possiamo prendere la superstrada o l’autostrada. Vincere sarebbe un viatico diverso per noi: possiamo prendere una strada molto più veloce. Credo che noi abbiamo dimostrato sportivamente di avere tanti problemi e siamo riusciti a superare tante difficoltà: la questione societaria non ci riguarda. Abbiamo bisogno di fare bene sul piano sportivo. A noi interessa solo fare bene con la Ternana; siamo dei professionisti”.


Condividi su Facebook