00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: Gazzetta.it        Letta: 273 volte        Condividi:
Serie B, tris del Palermo all'Avellino: cadono Venezia e Parma
[ sabato 25 novembre, 2017 ore: 17:24 ]

Serie B, tris del Palermo all'Avellino: cadono Venezia e Parma

Rosanero in vetta da soli dopo la vittoria al Partenio, propiziata grazie a un goffo intervento di Molina e alle reti di Gnahorè e Nestorovski: veneti battuti in casa dal Novara, emiliani superati dal Carpi nel derby

Il Palermo si lancia da solo in vetta alla classifica di Serie B: ad Avellino decide prima un goffo autogol di Molina, poi Gnahorè, che sfrutta il cost-to-cost di Coronado e chiude Nestorovski, con il decimo gol del suo campionato (inutile il gol campano di Asencio). I rosanero dimenticano le vicende societarie e salgono a 28 punti in classifica, nonostante l'espulsione di Cionek quasi a metà partita. Il Parma paga l'inizio ad handicap nel derby emiliano e viene battuto dal Carpi, che segna 2 gol nei primi 10 minuti. Seconda sconfitta casalinga (dopo quella col Parma), per il Venezia di Inzaghi: passa il Novara, nonostante la riscossa guidata Falzerano nella ripresa (finisce 3-1 per i piemontesi con il gol finale di Macheda). 4-0 dello Spezia sul Pescara, sempre più vicino alla zona playout: la squadra di Zeman incassa la sesta sconfitta stagionale. L'Entella si illude, ma viene acchiappata dalla Pro Vercelli e ottiene il quarto pareggio consecutivo. Litteri, in mischia, consegna il punto del 2-1 al Cittadella sulla Salernitana. Ad Ascoli si inceppa l'attacco della Cremonese: finisce 0-0. Clicca qui per i risultati della giornata e qui per la classifica di Serie B.

AVELLINO-PALERMO 1-3 — aut. Molina (A) al 36' p.t.; Gnahorè (P) al 4', Nestorovski (P) al 33', Asencio (A) al 36' s.t.

Il Palermo risorge ad Avellino. Dopo lo 0-3 interno contro il Cittadella e le vicende societarie con l'istanza di fallimento presentata dalla Procura, i siciliani si rialzano in maniera prepotente espugnando il Partenio-Lombardi per 1-3 dopo essere stati per oltre 45' in dieci uomini. Primo posto in solitaria per i siciliani, che ora attendono il posticipo del Bari. In vantaggio grazie ad un'autorete di Molina, al 42' i rosanero restano in inferiorità per il rosso diretto a Cionek. Ed è qui che il Palermo costruisce il blitz, perché nella ripresa la squadra di Tedino approccia bene pescando il raddoppio con Gnahorè e poi chiudendo i giochi con il solito Nestorovski. Inguardabile l'Avellino, incapace di creare pericoli nonostante la superiorità, di Molina il gol dell'inutile 1-3 finale. Moduli quasi speculari per entrambi gli allenatori con Novellino che opta per il 3-5-2 ritrovando in extremis l'influenzato bomber Ardemagni al fianco di Castaldo, mentre Tedino si affida al 3-5-1-1 con Coronado alle spalle di Nestorovski. Poche le emozioni nei primi 30' con le due squadre imbrigliate a centrocampo: gli unici tentativi arrivano dalla distanza. Jajalo per il Palermo al 10' con Lezzerini che si rifugia in corner, Molina per l'Avellino al 20' con la sfera deviata di un soffio in corner. Ma al 36' l'equilibrio viene spezzato quando Molina nel tentativo scordinato di intervenire su Chochev che aveva scodellato la palla in area, realizza una clamorosa autorete che porta in vantaggio il Palermo. I siciliani, però, pochi minuti dopo, al 42', restano in inferiorità numerica per l'entrata killer di Cionek su D'Angelo proprio sotto gli occhi del signor Nasca che estrae giustamente il rosso diretto. L'Avellino prova a scuotersi e Moretti 2' dopo sfiora il pareggio con un gran tiro dal limite che si perde di un soffio a lato. Tedino ad inizio ripresa ridisegna l'assetto togliendo Chochev per Szyminski. Una mossa che spiana la strada della vittoria al Palermo, perchè i siciliani dopo appena 3' raddoppiano in contropiede. Moretti perde palla sulla trequarti, Coronado recupera la sfera e parte in velocità servendo Gnahorè che in area di destro infila Lezzerini per lo 0-2. Novellino a quel punto passa al 4-2-4, ma di tiri nello specchio della porta nemmeno l'ombra per gli irpini, solo tanti cross preda dell'arcigna difesa rosanero. E così i siciliani al 77' mettono il sigillo quando Jajalo con una gran giocata serve Nestorovski in area che non sbaglia realizzando lo 0-3. Piovono fischi per l'Avellino che al primo tiro in porta, all'81', realizza il gol della bandiera con Asencio che sfrutta l'assist di Bidaoui. Piovono sonori fischi per l'Avellino, esultano invece i 50 tifosi siciliani con il Palermo che si conferma imbattuta in trasferta.



Condividi su Facebook