00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
Banner Design 300x250
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: Tuttopalermo.net        Letta: 1364 volte        Condividi:
Palermo, risposta di Riscossione Sicilia alla lettera di Zamparini
[ mercoledì 11 gennaio, 2017 ore: 20:21 ]

Palermo, risposta di Riscossione Sicilia alla lettera di Zamparini
Ieri il presidente Maurizio Zamparini pubblicato nel sito ufficiale una lettera contro Riscossione Sicilia, accusandoli persino di un danno di immagine nei confronti della società rosanero, vittima di un pignoramento di 200 milioni di euro da parte dell'agenzia. Oggi arriva la risposta, anch'essa pubblica, da parte dell'agenzia, attraverso la persona di Antonio Fiumefreddo, amministratore unico della società di riscossione, dove l'amministratore rigetta ogni tipo di accusa fatta dal patron rosanero. Ecco quanto evidenziato da TuttoPalermo.net :"Noi siamo pienamente disponibili a incontrare la società. Io stesso sono pronto a vedere Zamparini o i suoi collaboratori anche domani, per cercare la soluzione adatta. Però è singolare che si faccia una dichiarazione pubblica di quel tipo quando invece esistono le sedi adatte per discutere un contenzioso. Perché Zamparini non è venuto da noi, invece di pubblicare quella lettera? Se Zamparini pensa che quel pagamento non è dovuto, non possiamo essere noi a dirlo, ma un giudice tributario. Che una cifra così irrisoria per una società così importante possa addirittura causarne la chiusura, mi sembra improbabile. Anche perché nel conto cui fa riferimento Zamparini abbiamo trovato appena duemila euro. Quindi non abbiamo materialmente potuto pignorare la somma prevista. “Questa è pura demagogia. Il danno di immagine alla società? Se c’è un incendio, la colpa non è mica dei Vigili del fuoco che vanno a spegnerlo”.


Condividi su Facebook