00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
yoox.com
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
01. Logo 120 x 60
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: rotocalcio.org        Letta: 1485 volte        Condividi:
Zamparini e i Cinesi sono ai ferri corti?
[ lunedì 12 dicembre, 2016 ore: 19:58 ]

Zamparini e i Cinesi sono ai ferri corti?

Zamparini e i Cinesi, a quanto pare, sono ai ferri corti. Un nuovo rinvio, ma dettato dall’ennesimo mancato accordo. Le motivazioni vanno ricercate in ciò che la cordata orientale vorrebbe e ciò che il presidente e Palermo possono dare.
E’ chiaro che questi fantomatici fondi “anglo-cinesi” non arriverebbero nel capoluogo siciliano per amore del calcio o da un’infatuazione per i colori rosanero. Interessi piuttosto grandi spingono questi investitori a puntare nello sport nazionale, ma in particolare in Sicilia, perché interessati ad avere una posizione strategica per investimenti nel settore dei grandi appalti. Ciò che fa gola ai Cinesi è certamente il ponte sullo stretto, ma anche il settore alberghiero, i trasporti, le strade e il turismo dell’isola.

Il capoluogo siciliano era considerato il massimo, ma bisogna fare i conti con la burocrazia e con la politica locale. Le elezioni amministrative del 2017 sono un ostacolo non indifferente. Il sindaco Orlando, circa un mese fa, si è incontrato con Zamparini e nel loro colloquio si è parlato anche di questi argomenti.
Qualsiasi accordo con l’amministrazione attuale potrebbe però andare perso nell’autunno del prossimo anno,
quando si tornerà alle urne per votare il nuovo sindaco.

Chi investe vuole garanzie di poter avviare progetti importanti per poterli poi concretizzare. Garanzie che in questo momento nessuno può dare.
Di secondo piano, ma non trascurabile, è il cammino pessimo della squadra di calcio e la possibilità molto concreta di investire su una squadra che presto potrebbe ritrovarsi in serie B.

Nonostante a novembre il Governo Cinese abbia dato il benestare sull’acquisto del club e nonostante sia stata
portata a termine una due diligence, il famoso closing e la conseguente firma potrebbero non arrivare mai.

Un’opzione suggestiva per i cinesi, che resta al momento solo nel campo delle ipotesi, è il Catania Calcio.
Nella città Etnea il sindaco Bianco, eletto nel 2013, sarà in carica fino al 2018; ci sarebbe dunque un anno in più rispetto a Palermo per vagliare ed avviare idee e progetti in ambito cittadino. La città dell’elefantino ha già un suo centro sportivo, ma non ha uno stadio multifunzionale.

I cinesi, in ambito cittadino, sarebbero interessati alla costruzione di un mega hotel in tema con i colori sociali e rappresentante del club che andranno ad acquistare.

Catania, in questo senso, offrirebbe condizioni economiche ed imprenditoriali migliori rispetto a Palermo. Allo stesso modo potrebbero realizzare l’obiettivo che si sono prefissati, ovvero avere una base in Sicilia in cui operare per interessi futuri molto ambiziosi.

In ambito calcio troverebbero una squadra che milita in Lega Pro, ma anche una città che ha fame di grande
calcio e con voglia di tornare presto in serie A. Ma il calcio, lo abbiamo ampiamente scritto, per i Cinesi, è un aspetto assolutamente secondario.



Condividi su Facebook