00. Logo
La Rosa del Palermo calcio Formazione Palermo Calcio I Video sul Palermo Calcio Giochi Vari
Cerca Notizie Palermo Calcio
  Registrati
Username:
Password:
Hai dimenticato la password?
yoox.com
  Calendario Completo
Loading...
Loading...
  Statistica completa
Loading...
Risultati in Diretta - Serie A - Tutto il Calcio    
Meteo a Palermo
 
Prima Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Seconda Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo Terza Maglia Ufficiale - U.S. Citta di Palermo
1ª Divisa 2ª Divisa 3ª Divisa
01. Logo 120 x 60
Articolo sul Palermo Torna Indietro
Fonte: Gazzetta.it        Letta: 553 volte        Condividi:
Fiorentina-Palermo 2-1: Jajalo riapre, rosa beffati al novantesimo
[ domenica 4 dicembre, 2016 ore: 23:10 ]

Fiorentina-Palermo 2-1: Jajalo riapre, rosa beffati al novantesimo
Un colpo di testa di Babacar al 93' regala un successo casalingo alla Fiorentina che mancava da due mesi e mezzo. Una fatica enorme per gli uomini di Sousa che ringraziano il centravanti senegalese abile di testa a risolvere il match. Una mazzata invece per il Palermo che, dopo un primo tempo di grandi difficoltà, nella ripresa dopo il pareggio ha persino cullato il sogno della vittoria.

LA PARTITA — Paulo Sousa sceglie la più offensiva delle formazioni. Doppio centravanti, Kalinic-Babacar, Ilicic alle loro spalle con Tello e Bernardeschi sulle fasce. In mezzo Borja Valero e Vecino. Il primo Palermo di Corini vede Nestorovski unica punta con Quaison in appoggio. La difesa è a tre, Morganella ed Aleesami fanno gli esterni. Dopo quattro minuti il Palermo protesta per un fallo di Tomovic su Quaison chiedendo il rigore, ma Giacomelli fa proseguire. Al 10' sono i viola a recriminare: cross di Vecino, colpo di testa di Kalinic e gol. Annullato per un fuorigioco molto dubbio. Pochi minuti e tocca a Vecino sfiorare il vantaggio con un bolide dai venti metri uscito di pochissimo alla destra di Posavec. L'estremo del Palermo salva un minuto più tardi in uscita bassa su Kalinic. Partita divertente e tante occasioni. Al 21' è Quaison a spedire alto di testa da ottima posizione. Ancora viola al 27' con Bernardeschi bravissimo a volare sulla sinistra e mettere in mezzo per Kalinic che spreca ancora una volta calciando altissimo con il sinistro. Alla fine la Fiorentina passa. Tello tira, Aleesami respinge con il braccio, Bernardeschi trasforma il seguente calcio di rigore. Settimo gol in campionato per il dieci viola. I viola raddoppiano subito dopo con Babacar, lesto a mettere in rete dopo un errore di Posavec. Ancora una volta però la rete viene annullata fra le furiose proteste dei padroni di casa per un fallo, parso inesistente, sullo stesso portiere. Posavec sale poi in cattedra con due autentici miracoli su Babacar e Vecino tenendo a galla i suoi permettendo così al Palermo di andare al riposo sotto di una sola rete

CHE JAJALO! — La ripresa si apre con gli stessi ventidue in campo ed un risultato diverso. Visto che una magnifica punizione di Jajalo al quarto minuto batte Tatarusanu e riequilibra il match. Il Palermo prende coraggio e la Fiorentina va in difficoltà. Quaison al volo prova il gol dell'anno (palla alta) ed il Franchi inizia a rumoreggiare. Arrivano i primi cambi con Corini che piazza Rispoli per Morganella, mentre Sousa toglie il fischiatissimo Tello inserendo Badelj nella speranza di trovare maggior equilibrio. Sono gli ospiti a rendersi però pericolosi con un destro di Nestorovski da buona posizione terminato a lato.

ZAMPATA BABA — Al 73' si vedono anche i viola con Ilicic che spara forte, ma fuori, dopo una bella azione personale. Sousa prova il tutto per tutto inserendo Zarate al posto di Bernardeschi e Chiesa in sostituzione di uno spento Ilicic. Quando persino il più ottimista dei tifosi viola non ci credeva più, arriva l'acuto di Babacar. Zarate scambia con Astori dopo un corner e mette in area il pallone che il centravanti senegalese infila nell'angolo con un preciso colpo di testa. Nella circostanza c'è una spinta di Kalinic a Pezzella che non viene punita. Tre punti per una Fiorentina zoppicante che rilanciano parzialmente la squadra di Sousa in classifica. Delusione terribile per Corini che sperava di bagnare l'esordio in maniera diversa. Buona però la prestazione dei rosanero che possono provare a guardare con fiducia il match della prossima settimana con il Chievo.

di Giovanni Sardelli - Gazzetta.it

Condividi su Facebook